Sono passati 10 anni dal primo tweet della storia, lanciato dal fondatore di Twitter Jack Dorsey, tornato nell’azienda lo scorso ottobre 2015 per rilanciarla (e per tagliare parecchio personale). In effetti, nonostante solo in questi ultimi anni il social network dei 140 caratteri abbia raggiunto il grande pubblico e la sua massima versatilità di utilizzo, da più parti si rincorrono voci su una sua crisi definitiva, anche legata al fatto che mai è riuscito a scalfire con decisione la concorrenza di Facebook. Una rassicurazione, almeno, è arrivata proprio in queste ore: non verrà aumentato il numero dei caratteri, mossa più molte anticipata ma molto invisa agli amanti del “cinguettio”.

Eppure, soprattutto nel mondo di chi professionalmente si occupa di comunicazione ai più svariati livelli, Twitter è stato e rimane un mezzo privilegiato e utilissimo per tenersi informati sul mondo, intrattenersi, scambiare chiacchiere e opinioni. Qui di seguito un elenco dei 10 motivi più o meno seri per continuare ad amare e utilizzare Twitter:

1. Trovi tutte le informazioni che vuoi in tempo reale

giphy-4

2. Puoi rivolgerti a tutti, anche alle persone più impensabili

ceres-vs-gasparri

3. I 140 caratteri aiutano la sintesi

giphy-8

4. Guardare i programmi tv è molto più divertente

tina-cipollari-esco

5. Se appartieni a una certa comunità, ti fa sentire meno solo

6. Gli #hashtag aprono abissi di umanità impensabili

giphy-5

7. È un altro modo per rimorchiare

giphy-3

8. I retweet aumentano l’autostima

giphy-7

9. Bloccare i troll ti rinconcilia come l’umanità

giphy-2

10. Puoi sempre sperare di diventare una twitstar

giphy-6

Onestamente poi, come occuperemmo tutto quel tempo sennò?

giphy

Posted by Paolo Armelli