I fan di tutto il mondo stanno attendendo con trepidazione e anche con un – più o meno ammesso – timore il 18 dicembre: è la data di uscita di Star Wars – Il risveglio della forza, il settimo capitolo della saga che arriva a 10 anni di distanza dalla conclusione della trilogia prequel (e ambientato 30 anni dopo la trilogia iniziale). Sarà il primo film prodotto dopo che la Lucas Film è stata acquisita dalla Disney e il primo sotto la guida di J.J. Abrams.

L’attesa spasmodica fa sì che gli appassionati e la rete si interroghino forsennatamente su cosa accadrà nella nuova pellicola, che vedrà il ritorno di attori cult come Harrison Ford e Carrie Fisher, oltre a elementi memorabili come il robotino C1-P8 e le spade laser. Ma gli interrogativi più scottanti girano attorno a un unico punto: che fine ha fatto Luke Skywalker? È l’unico personaggio assente dai vari trailer, che i fan hanno vivisezionato alla ricerca di indizi.

Per chi volesse rinfrescarsi la memoria sui sei film che compongono la doppia trilogia trasmessa al cinema dal 1977 (anno in cui esordì Una nuova speranza) al 2005 (con l’ultimo prequel La vendetta dei Sith, può sintonizzarsi dal 7 novembre sul canale 304 di Sky: fino al 15 novembre Infatti il pop up channel Sky Cinema Star Wars trasmetterà a rotazione tutti i lungometraggi della serie, compresi L’impero colpisce ancora, Il ritorno dello Jedi, La minaccia fantasma e L’attacco dei cloni. Per i più piccoli, invece, il canale Disney XD+2 diventerà Star Wars Rebels Channel, trasmettendo nello stesso periodo tutti gli episodi della relativa serie animata.

Schermata 2015-11-06 alle 17.07.38

Ma per chi i film li sa già a memoria, ci sono pure i libri. Mondadori infatti ha da poco ripubblicato in una nuova veste i romanzi nati dalle storie originali di Guerre Stellari, a firma rispettivamente di George Lucas, James Kahn e Donald F. Gult. Ormai introvabili, sono stati rimessi a disposizione del pubblico a partire da ottobre: Il ritorno dello Jedi è stato addirittura tradotto per la prima volta in Italia.

FullSizeRender

DeAgostini ha invece pubblicato i due volumi Il cammino Jedi e Il codice Sith, gli antichi manuali ufficiali “su cui si sono formate intere generazioni di Jedi” o contenenti “i documenti alla base dell’Ordine Sith“, annotati rispettivamente da Yoda, Obi-Wan Kenobi, Anakin e Luke Skywalker e dal malvagio imperatore Darth Sidious. Infine, per chi volesse andare più a fondo di tutto il fenomeno di Guerre Stellari c’è la guida Come Star Wars ha conquistato l’universo, scritto da Chris Taylor e pubblicato da Multiplayer: un’acuta e completa disamina di tutti i meccanismi e gli elementi chiavi che hanno trasformato un’epopea cinematografica in un culto universale. Anzi, galattico.

giphy

Posted by Paolo Armelli