Da ieri e fino a domani, domenica 29 marzo, ai Frigoriferi Milanesi in via Piranesi si svolge Book Pride, la prima fiera dell’editoria indipendente italiana. Un occasione per conoscere realtà editoriali di dimensioni medie, piccole o piccolissime: un universo di cultura “alternativa”, di cui vi propongo di seguito dieci titoli più uno pubblicati da marchi che magari da non conoscevate:

1. 66thAnd2nd

Nata nel 2009, questa casa editrice romana si articola in diverse collane ciascuna dalla forte connotazione tematica: narrativa sportiva, letteratura africana, noir ecc. Fra gli ultimi libri pubblicati è interessante Solo per un giorno, diario scritto da Massimiliano Boni sulla sua preparazione alla maratona di Roma.

boni_giorno_cover-web

2. Add editore

Un brand che già nel nome vuole “aggiungere” qualcosa che nell’editoria italiana non c’era: biografia, saggistisca sociale, temi forti. Come ad esempio il razzismo, argomento da cui parte il volume Per l’uguaglianza dell’ex calciatore Lilian Thuram.

thuram-uguaglianza

3. BeccoGiallo

Questa casa editrice padovana pubblica dal 2005 esclusivamente narrativa a fumetti d’impegno civile. Attraverso i suoi volumi si è occupata spesso delle pagine più controversa della storia italiana recente, dal G8 di Genova alla Tav, da Piazza della Loggia al terremoto de L’Aquila, a cui è dedicato il recente L’Aquila 3.32 di Luca Amerio e Luca Baino con disegni di Nicolò Fila e Sara Antonellini.

l-aquila-332

4. Edizioni Clichy

Probabilmente uno degli editori fra i più raffinati d’Italia, Edizioni Clichy nasce come casa editrice francofila ma aperta anche ad altre influenze, in particolare italiane e americane. Pubblica narrativa contemporanea, classici, saggi e libri per ragazzi. Da segnalare Guardami: sono nuda, raccolta poetica di Antonia Pozzi.

imageItem-1.php

5. Henry Beyle

Testi brevi e poco conosciuti del Novecento, composizione monotype, carta di cotone e tiratura limitata: sono le caratteristiche dell’altissima qualità artigianale che caratterizzano la “microcasa” milanese Henry Beyle. Pubblica perle letterarie davvero notevoli, come di recente il Giacomo Joyce di James Joyce di cui avevo parlato qui.

IMG_0905

6. Elliot

Narrativa italiana e straniera, saggistica, poesia e graphic novel: dal 2007 Elliot pubblica a Roma circa 60 titoli all’anno. Fra i suoi pregi quelli di pubblicare le opere dell’autrice irlandese Edna O’Brien, come ad esempio Ragazze di campagna.

RAGAZZE DI CAMPAGNA Manubri def_Layout 1

7. Emons libri & audiolibri

Questa casa editrice romana produce oltre 160 titoli fra classici, narrativa e libri per bambini “riletti” ad alta voce da grandi nomi del teatro e del cinema italiani. Imperdibili le ricette di Pellegrino Artusi, La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene, recitate dall’intramontabile Paolo Poli.

la-scienza-in-cucina-e-larte-di-mangiar-ben

8. Giuntina

La Giuntina nasce nel 1980 in memoria del padre del fondatore, Daniel Vogelmann, scomparso ad Auschwitz. Da allora si dedica alla divulgazione della cultura e delle tradizioni ebraiche a un pubblico eterogeneo. Il grande circo delle idee di Miki Bengnaan, per citare una delle loro ultime novità, è un romanzo che mescola realtà e fantasia, Storia e vita, a partire da una strana duplice morte in una casa di riposo di Gerusalemme.

Il_grande_circo_delle_idee

9. Gran Vía

Nata nel 2006, Gran Vía rivolge la propria atttenzione alla narrativa latinoamericana e spagnola, anche in catalano, basco e gallego. Un titolo di particolare valore nel loro catalogo è La piramide del messicano Juan Villoro, un singolare e fantasmagorico thriller tropicale.

juan-villoro-la-piramide-300x300

10. Quodlibet

Con sede a Macerata, Quodlibet pubblica dal 1993 volumi di grande spessore culturale, inizialmente solo di saggistica e filosofia, aprendosi poi col tempo anche a letteratura, critica d’arte e architettura. Uno degli autori più significativi del suo catalogo è sicuramente il noto paesaggista Gilles Clément, che di recente ha pubblicato Ho costruito una casa da giardiniere.

Copertina-Clement-Casa-Giardiniere-m

11. Sur

Un tempo associata a minimum fax, ora Sur è una casa editrice del tutto indipendente dedicata alla narrativa latinoamericana di qualità, fondendo riscoperta di classici moderni ormai introvabili e pubblicazioni di nuovi autori contemporanei (e da settembre il catalogo si aprirà anche alla letteratura nordamericana). Ha da poco lanciato una nuova collana piccola e agile, LittleSur: in essa compare Correzione di bozze in Alta Provenza dell’osannato scrittore argentino Julio Cortázar.

littlesur2_small

Posted by Paolo Armelli