Sabato 17 gennaio alle 15 si terrà all’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia a Milano un convegno dal titolo “Contro i falsi miti del progresso”, organizzato fra gli altri dall’associazione Voglio la Mamma e da Obiettivo Chaire, che praticamente è un’organizzazione che ritiene l’omosessualità una malattia e si propone di curarla, essendo uno degli “atteggiamenti contrari alla legge naturale”. Il convegno omofobo, per di più, sarà aperto dall’assessore regionale all’istruzione Cristina Cappellini (che dice “La queer culture e gli studi di gender vengono divulgati nelle scuole con la finalità di annullare le identità sessuali”) e chiusi dal presidente Maroni, con tanto di patricinio della Regione Lombardia (e logo Expo). Contro l’ignobile forum antigay si sono già mobilitati in molti e per sabato si organizza tramite Facebook un sit in di protesta. Fra i promotori del convegno, comunque, ci sono nomi noti dell’oscurantismo omofobo italiano come la “giornalista” Costanza Miriano, già autrice del bestseller Sposati e sii sottomessa, e l’immancabile Mario Adinolfi, politico e giornalista dalle mille facce. Ora si è riciclato come direttore del nuovo giornale La Croce, che si definisce “quotidiano contro i falsi miti del progresso”. Il primo numero è uscito oggi e queste sono alcune delle meraviglie che ci potete trovare:

1. Un logo urendo

20150113_142910

2. Gli hashtag nei titoli

20150113_142918

Che moderni, eh!?

3. I titoli che non capisci

20150113_142950

4. Film di spessore

20150113_143058

5. Le piccole guide

20150113_143020

6. Cagate

20150113_143035

7. Cagate

20150113_143030

8. Cagate

20150113_143250

9. Pubblicità di cagate

20150113_142942

10. Domande che tutti ci poniamo

20150113_142928

Risposta: una cagata.

P.s. Sono otto pagine otto al costo di 1.50€. Poi dice la crisi dell’editoria.

Posted by Paolo Armelli