L’editoria e i giornali italiani possono essere anche in crisi, ma di sicuro hanno un sacco di idee brillanti in serbo per noi. E quindi dopo il caso de Il mio Papa edito da Mondadori, per non contare poi gli innumerevoli giornaletti dedicati a miracoli, delitti, scomparse ecc., è arrivato ieri in edicola B – il magazine di Barbara d’Urso, il primo esempio di personal publishing, che segue così l’esempio di Oprah negli Stati Uniti (ed è senza pubblicità!). Qui un po’ di cose che vi si trovano sfogliandolo:

1. Barbara d’Urso

20140531-230830.jpg

2. Barbara d’Urso

20140531-231235.jpg

3. Barbara d’Urso da piccola

20140531-231137.jpg

4. Foto di repertorio di Barbara d’Urso

20140531-230934.jpg

5. Altre foto di repertorio di Barbara d’Urso

20140531-231355.jpg

6. Barbara d’Urso che fa l’orto

20140531-231451.jpg

7. Punti esclamativi. Tanti punti esclamativi

20140531-231526.jpg

20140531-231532.jpg

8. E tanti smack

20140531-231942.jpg

9. Ricette impossibili

20140531-231630.jpg

10. Neologismi

20140531-231720.jpg

11. La rubrica dei manzi

20140531-231828.jpg

12. La posta del cuore, anzi “col cuore”

20140531-232113.jpg

13. Intrugli

20140531-232217.jpg

14. The infamous “lampada di cucchiaini di plastica”

20140531-232336.jpg

15. La data di scadenza

20140531-232455.jpg

(Perdonate la qualità delle foto ma, non volendo dare 1€ a questa impresa sbracona, ho fotografato la rivista al supermercato di fronte al basilico.)

Posted by Paolo Armelli