Altre segnalazioni dalla mia collaborazione con DM&P:

mano_thumb-120x88 La comunicazione sociale 2.0

La comunicazione sociale ha l’obiettivo di intercettare le emergenze sociali e culturali e sfruttare le armi della pubblicità per sensibilizzare e cambiare i costumi. La pubblicità progresso cambia a seconda dell’attualità e si adegua anche ai nuovi strumenti di interazione, come i social. Continua qui (originariamente pubblicato sul sito di Espansione)

bomba-120x88 Investire in pubblicità in tempi di crisi

La famosa frase di Henry Ford, “Smettere di fare pubblicità per risparmiare soldi è come fermare l’orologio per risparmiare tempo”, torna di grande attualità in questo periodo di grave incertezza economica. Comprendere l’importanza di continuare a comunicare in tempi difficili è fondamentale per mantenere quote di mercato e spazio nella memoria dei consumatori. Continua qui

feedback2Sopravvivere ai commenti negativi

La comunicazione sempre più social degli ultimi anni mette di fronte all’imprevedibilità dell’interazione con gli utenti: in particolare è importante imparare a gestire i commenti negativi, riuscendo a rispondere in modo adeguato e arginando i danni di feedback poco lusinghieri. Fondamentale è non censurare e mostrarsi disponibili. Continua qui

Bluebert with gift boxTwitter cambia il celebrity endorsement

Il celebrity endorsement è uno strumento di comunicazione molto efficace quando l’immagine di un brand viene legato in modo coerente e collaborativo con l’identità di una star. Questa strategia trova nuove applicazioni coi social network, soprattutto su Twitter dove molti vip sfruttano il loro bacino di follower per promuovere le loro collaborazioni con le aziende. Continua qui

Portrait of a young celebrity surrounded by paparazzi photographersIl celebrity branding

Sulla scia del celebrity endorsement, un’altra tecnica comunicativa molto in voga recentemente è quella del celebrity branding: le star dello spettacolo stringono accordi con importanti azienda ma utilizzano il proprio nome come un vero brand che sfrutta la loro popolarità e la loro capacità di raggiungere un target ampio. Ma anche questa strategia spesso dà frutti altalenanti. Continua qui

Posted by Paolo Armelli