Daria Bignardi, sul suo blog sul nuovo sito di Vanity Fair, sceglie i migliori libri del 2010 (Emmaus è del 2009, ma è bello lo stesso.)


E’ il momento delle liste: film dell’anno, libro dell’anno, uomo dell’anno, donna dell’anno. Io mi ricordo sempre solo le ultime cose che ho visto o letto, ma forse il più bel libro di quest’anno è stato L’uomo verticale di Davide Longo che è uscito a gennaio e ancora me lo ricordo, buon segno. Anche La vita oscena di Aldo Nove mi sembra un gran libro, e a me erano piaciuti tanto Emmaus di Alessandro Baricco, Invisibile di Paul Auster e, più di tutti, Homer & Langley di E. L. Doctorow. Però, me ne sono ricordati ben cinque.

Posted by Paolo Armelli